Terminologia utilizzata nel Jeet Kune Do

terminologia cinese

Conoscere la terminologia utilizzata nel Jeet Kune Do è importante per riuscire ad interfacciarsi con altre persone, parlare, confrontarsi e migliorarsi. Ricordiamoci che il miglioramento di se stessi è il punto focale del Jeet Kune Do e dei suoi allenamenti.

Descriviamo ciò che si usa nel Jeet Kune Do

Non vogliamo semplicemente elencare i nomi dei passi, dei colpi, delle ‘tecniche’ ma cerchiamo nel mentre anche di dare una rapidissima descrizione**.

Il footwork, la capacita di gestire le distanze

Gli spostamenti, la capacità di essere sciolti, coordinati, morbidi, veloci ed imprevedibili permettono di gestire la distanza dall’avversario, per mantenerla nel caso di un suo avanzamento o chiuderla nel caso di un nostro attacco.

Step and Slide, Posizionamento:

la capacità tramite piccoli spostamenti, di mantenere la distanza dall’avversario. Sposto prima la gamba nella direzione in cui mi sposto e l’altra segue mantenendo inalterata l’apertura delle gambe.

Full Step, Slide and Step Shuffle:

Avanzamento ed arretramento veloce, la capacità di spostarsi velocemente verso un avversario o lontano da lui. Per avanzare sposto prima la gamba arretrata andando a toccare quella avanzata che avanza verso l’avversario. Per arretrare il movimento delle gambe è l’opposto, spostando prima quella avanzata, che andando a toccare la gamba posteriore, la fa arretrare.

Lateral Step, Side Step, Spostamento laterale:

Per aggirare l’avversario o per schivare i suoi colpi. Per andare verso destra, sposto prima la gamba destra e subito la sinistra la segue, evitando di rimanere con i genitali scoperti, riportando subito i piedi in linea sulla linea centrale. Lo spostamento a sinistra è identico, muovendo prima la sinistra e la destra segue immediatamente.

Pendulum Step:

Spostamento simile allo Slide and Step utilizzato per caricare i calci. La gamba posteriore si avvicina a quella anteriore toccandola, permettendo a questa di caricare il colpo.

Pivoting Step

Spostamento a 30/45 gradi per contrattaccare l’avversario mentre si schiva. Sposto il piede avanzato lateralmente a 30 gradi. Ruoto la gamba posteriore per rimettermi in guardia sfruttando quella avanzata come perno per girare.

Push Step

Passo che permette di chiudere velocemente la distanza dall’avversario, solitamente accompagnato da un jab. Dalla posizione di guardia, abbasso il tallone del piede arretrato cosi da caricare il muscolo del polpaccio che utilizzo come molla per spingere tutto il corpo verso l’avversario, allungando la gamba avanzata, senza saltare ed atterrando prima con il tallone della gamba avanzata e successivamente appoggiando la punta. La gamba posteriore segue.

Medium, MIDDLE Step

Passo che permette di avvicinarsi od allontanarsi dall’avversario senza perdere la distanza. Il medium step può essere applicato in tre modi differenti, ma tutti e tre hanno una caratteristica in comune: uno dei piedi non si sposta mai. Dalla posizione di guardia, allungo la gamba avanzata mantenendo fermo quella arretrata. Al contrario allungo la gamba arretrata, tenendo fermo quella avanzata. Il terzo metodo è quello di accorciare la gamba avanzata, arretrandola, spostando il peso sulla gamba arretrata senza muoverlo.

Falling Step

Sebbene non serva per avvicinarsi o allontanarsi dall’avversario, il falling step è quel movimento che aiuta ad incrementare notevolmente la potenza di un colpo. Consta nell’alzare il piede avanzato di qualche centimetro, spostando il baricentro del corpo leggermente in avanti. Prima di riappoggiare a terra il piede si sferra il colpo.