Le 5 via di attacco

Dagli scritti di Bruce Lee, vediamo le 5 vie di attacco per il combattimento reale.

Poichè il sistema nasce per un combattimento reale e senza regole, non ci devono essere codifiche o schemi prestabiliti. Ogni volta ci si deve adattare all’avversario o alla situazione in cui ci si trova.
Ci sono, però, dei concetti che è bene imparare, studiare, allenare, per poter essere padroni delle tecniche e poter lottar in piena libertà.

Prima della sua morte, Bruce lasciò degli appunti sulle 5 vie di attacco che aveva

SDA (Single Direct Attack):

5 vie di attacco
Bruce Lee Single Direct Attack

si tratta di una tecnica costituita da un solo movimento che può raggiungere il bersaglio per la via più diretta o con un’angolazione inaspettata (SAA, Single Angulated Attack)

  • Attacchi semplici sferrati in linea diretta o da un’angolazione a sorpresa.
  • Generalmente abbinati ad una correzione della distanza mediante il footwork.

ABC (Attack By Combination):

è un’azione offensiva composta da due o più movimenti, portati con ritmo e intensità diversa a seconda della situazione, che mira a colpire più bersagli dell’avversario.

  • L’attacco prevede una serie di affondi con successione naturale.
  • È un attacco che prevede un certo tipo di preparazione.
  • I colpi devono susseguirsi con una logica per andare a segno e creare una nuova apertura.
  • Le successioni di colpi richiedono ritmo e sensibilità.

PIA (Progressive Indirect Attack):

questa strategia viene utilizzato anche nella scherma occidentale. Si lancia un falso attacco (finta) in modo da provocare una reazione difensiva nell’avversario, il quale in questo modo mostrerà un’apertura nella sua difesa, cioè il vero bersaglio.

  • Attacco preceduto da una finta o da un falso affondo destinati a deviare le azioni o reazioni dell’avversario.
  • Non è un attacco diviso in due movimenti distinti, diversamente dall’SDA, ma si tratta di un unico movimento in avanti, senza arretramento.
  • È un tipo di attacco da usare contro avversari con una guardia forte e veloce.

HIA (Hand Immobilization Attack):

conosciuto come tecnica di trapping (intrappolamento), questo metodo ha lo scopo di immobilizzare momentaneamente gli arti superiori o inferiori (FIA, Foot Immobilization Attack) al fine di colpire i bersagli principali.

  • Attacco preceduto da una tecnica immobilizzante.
  • L’immobilizzazione può essere usata come mossa preventiva.
  • La velocità, l’abilità e il tempismo sono fattori chiave nella riuscita di un’immobilizzazione.

ABD (Attack By Drawing):

consiste nell’offrire un’apertura provocando un attacco dell’avversario. Nel momento in cui quest’ultimo si appresta a colpire, cade nella trappola e subisce il contrattacco.

  • È un attacco o contrattacco che viene introdotto invogliando l’avversario ad esporsi.
  • Ci si può esporre con un’apertura o eseguendo dei movimenti facilmente prevedibili e contrastabili.
  • Un fattore chiave è il tempismo.
  • L’impegno dell’avversario sarà facilmente prevedibile e quindi sfruttabile per un contrattacco.
HIA - Hand Immobilization Attack
HIA – Hand Immobilization Attack

Registration

Forgotten Password?